I QUATTRO LIBRI DELL’ARCHITETTURA Andrea Palladio

27,00

Edizioni Studio Tesi, 2008

Collezione Arte e Architettura 1. A cura di Marco Biraghi. Edizione integrale. Seconda edizione, 2008. Legatura in cartonato editoriale rigido, con sovracopertina (cm 15×23), pp 432, con numerosi disegni b/n nel testo. Dal volume è stata tolta la prima pagina bianca.

Pubblicati a Venezia nel 1570, I quattro libri dell’architettura rappresentano la summa architettonica del tardo Rinascimento tardo e il genio e la sapienza di Palladio, costituita sui predecessori Marco Vitruvio Pollione e Leon Battista Alberti. In nessun modo tuttavia Palladio può essere considerato semplice imitatore. La materia architettonica trattata – quadripartita in dottrina classica degli ordini, edifici dei privati cittadini, costruzioni di pubblica utilità, architettura religiosa antica – pur prendendo avvio dall’attenta lettura e dal rilievo del patrimonio monumentale dei Romani, si è trasformata in invenzione originale. Il classico di Palladio è lontano da ogni neoclassicismo di maniera. Nella vastità della loro portata, I quattro libri di Palladio hanno influenzato l’architettura occidentale per i successivi quattro secoli.

Disponibile