RICETTE DI SUA MAESTA’ IL RAVIOLO
Bruni Luigino

34,00

Slow Food Editore, 1993

Copertina flessibile, pp 152. Non solo un libro di ricette, quello che Luigino Bruni ha curato per Slow Food editore. Studioso di gastronomia e cuoco egli stesso, alla classica pasta ripiena piemontese ha dedicato, un paio di anni fa, un dotto convegno, ricco di spunti e testimonianze. Sullo stesso tema, limitatamente però all’area piemontese, aveva già pubblicato un volume. Ora l’opera si è compiuta, con questo testo, ricco di ricette (sono più di cento, di tradizione e di creazione originale) ma anche di storia e di storie, delle paste ripiene racconta veramente tutto. L’approfondita parte introduttiva è volta a rintracciare l’origine dei nomi agnolotto e raviolo, la paternità e la diffusione geografica della tipologia, le varianti regionali: il tutto attraverso la presentazione di un buon numero di ricette storiche firmate da pietre miliari della gastronomia nostrana come Bartolomeo Scappi e Pellegrino Artusi. Seguono le più significative preparazioni a base di pasta ripiena delle regioni italiane: si va dagli agnolotti piemontesi ai tortellini bolognesi, dai casonsei bresciani ai cialzons della Carnia, dai ravioli romani ai culingionis sardi, in una grande varietà di ripieni, forme e sughi. Quindi il volume propone un’antologia di ricette create da grandi chef o da autorità riconosciute: Auguste Escoffier, Paul Bocuse, Vincenzo Buonassisi, Angelo Paracucchi, Gian Luigi Morini, Annie Feolde, Gualtiero Marchesi, Giovanni Goria. Si chiude con le ricette realizzate dall’autore stesso. Ecco, qualcosa più di un ricettario. Piuttosto una pagina della nostra storia gastronomica.

Disponibile