IL CASO GENCHI
Edoardo Montolli

68,00

Storia di un uomo in balia dello Stato

Aliberti editore, 2009

Prefazione di Marco Travaglio. Collana Yahoopolis. Copertina flessibile, pp 983

Disponibile

Descrizione

Il libro di Montolli ricostruisce le inchieste di Genchi, in particolare WHY NOT e POSEIDONE, condotte all’epoca da Luigi De Magistris, attuale sindaco di Napoli. Genchi nel 2009 venne accusato di aver intercettato illegalmente oltre 350mila persone. Per questo il suo archivio informatico venne sequestrato e lui venne destituito dalla Polizia (nel 2011). Nel 2014, in virtù di una sentenza del TAR, è stato reintegrato. Il 31 marzo 2016 il Garante per la Privacy gli ha inflitto una multa di 192mila euro per aver duplicato e accumulato, senza il dovuto consenso, i dati relativi alle perizie da lui svolte per conto dell’autorità giudiziaria. L’archivio di Genchi – ha scritto il Garante – consiste in 1.162.510 record anagrafici/soggetto, 351.991.031 tracciati di comunicazioni telefoniche, 13.684.937 titolarità di utenze telefoniche. Assolto dall’accusa di aver eseguito accessi abusivi al sistema informatico Siatel (l’anagrafe dei tributi locali dell’agenzia delle Entrate), per il reato di abuso d’ufficio Genchi – insieme a De Magistris – è stato assolto in quanto “il fatto non costituisce reato”. Nel 2016 però la Cassazione ha annullato la decisione ai soli fini civili, ordinando un nuovo processo